Castello di Masino

Arroccato su una collina nell’incantevole scenario dell’anfiteatro morenico di Ivrea, sorge il Castello di Masino, la cui edificazione risale all’XI secolo, su commissione della prestigiosa famiglia Valperga. Per la sua posizione strategica, che permetteva il controllo su un ampio territorio tra Ivrea e la Valle d’Aosta, il castello fu fin dall’inizio al centro di numerose battaglie, che videro protagonisti i Savoia, gli Acaia, i Visconti, gli stessi conti di Masino e i cugini Valperga. Dalla seconda metà del XVI secolo il castello venne ricostruito nelle forme attuali sulle rovine dell’antico fortilizio, assumendo le sembianze di una vera residenza di rappresentanza.
Intorno al 1780 venne avviata una nuova opera di rinnovamento orientata verso il più moderno gusto neoclassico. Artefici di questi interventi furono due importanti esponenti della famiglia, i fratelli Carlo Francesco II di Masino, vicerè di Sardegna, e l'abate Tommaso Valperga di Caluso, matematico e poeta, che ideò l’iconografia della Galleria dei Poeti e l’importante biblioteca.
Dopo la morte dell'ultima abitatrice della residenza, Vittoria Leumann, moglie del conte Cesare Valperga, il figlio, conte Luigi Valperga di Masino, nel1988 cedette al FAI il compito di conservare la memoria storica di questa importante famiglia aristocratica e colta del Piemonte.
La visita permette di scoprire le numerose stanze monumentali, come i saloni affrescati e riccamente arredati tra Seicento e Settecento, le camere per gli ambasciatori, gli appartati salotti e gli appartamenti di Madama Reale.
Interessante é anche il museo delle carrozze del XVIII e XIX secolo, per la maggior parte della famiglia Valperga, e il grande parco che circonda il castello, frutto dei numerosi mutamenti nel corso dei secoli, dove è possibile visitare il labirinto.

Gallery

Contatti

Città di Ivrea - info.ivrea@turismotorino.org - Partita IVA 00519320014