Chiesa di San Gaudenzio

La chiesa di San Gaudenzio si trova sulla riva destra della Dora Baltea,oltre il rione del Borghetto, zona un tempo campestre. Al tempo della sua costruzione, la chiesetta sorgeva solitaria su una piccola altura posta fuori dell’abitato di Ivrea. Fu costruita tra il 1716 ed il 1724, sui resti della fortificazione chiamata Castelletto (1705). La sovrintendenza fu affidata al Prevosto della Cattedrale don Lorenzo Pinchia e la Municipalità, insieme alle generose offerte dei cittadini, provvide a finanziare il cantiere. Dieci anni dopo la costruzione del corpo centrale, venne aggiunta la sacrestia e la stanza sovrastante. Nel 1742 iniziò l’edificazione dell’elegante campanile. E’ documentato che la costruzione fu sostenuta da un gran fervore popolare, testimonianza della devozione alla figura di San Gaudenzio, nato a Ivrea nel IV secolo d.C, periodo della prima cristianizzazione del Piemonte. Non si conosce l’architetto che la progettò. Si sono avanzate diverse ipotesi su Bernardo Vittone, ma, a causa della sua giovane età, è probabile un suo intervento nel progetto soltanto per ciò che riguarda i lavori della sacrestia e del campanile. Rimane invece più accreditata, sebbene non documentata,la paternità dell’ architetto Carlo Andrea Guibert, la cui presenza in Ivrea nei primi anni del 1700 è testimoniata da altri interventi, come la Chiesa di San Lorenzo e il Palazzo Vescovile. Luca Rossetti da Orta realizzò nel 1738 i pregevoli affreschi interni, nelle parti figurative e di quadratura. Mastro Agostino Rama fu invece l’esecutore degli stucchi.
Le visite alla Chiesa di san Gaudenzio sono curate dall'Associazione dei Croass del Borghet, associazione culturale, con sede in Borghetto, che si occupa di tener vive le manifestazioni inerenti il rione di San Grato. All’interno della Chiesa vengono organizzate mostre.
Orari: visite su prenotazione

Gallery

Contatti

Città di Ivrea - info.ivrea@turismotorino.org - Partita IVA 00519320014